Newsletter

La Newsletter di Lexambiente
Notizie sugli aggiornamenti del sito
QUI

Edizione 2013

Edizione 2013 Aggiornata

informazioni

Il sito è online dal marzo 1998
Pagine visitate
da maggio 2003:
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi17898
mod_vvisit_counterIeri32654
mod_vvisit_counterQuesta settimana99505
mod_vvisit_counterQuesto mese744641

Ci sono: 228 visitatori, 224 bots online
Il tuo IP: 188.114.104.10
 , 
Oggi:23-Lug-2014

10591 documenti in banca dati

Benvenuti in LEXAMBIENTE !

Questo sito offre gratuitamente una costante informazione su tutto ciò che riguarda il diritto dell'ambiente. Il sito si basa sul libero scambio di informazioni ed il materiale fornito proviene dal curatore e dagli stessi frequentatori. 
Lexambiente non vende nulla, non è collegato con studi legali o di consulenza, non offre altro che informazioni ed opera in piena libertà anche in collaborazione con Legambiente ed altri Enti ed associazi
oni.
La collaborazione è aperta a tutti e il materiale pubblicato in questo spazio è liberamente utilizzabile per fini non commerciali a condizione che venga citata la fonte: Lexambiente - www.lexambiente.it

Il forum è il punto di incontro della comunità di Lexambiente.
Frequentato da esperti e semplici "curiosi" del diritto ambientale, è il luogo in cui si incontrano le diverse professionalità, si scambiano opinioni e si affrontano specifiche questioni giuridiche. La consultazione è libera, la partecipazione attiva è riservata agli utenti registrati.

Visita il forum

Lexambiente viene aggiornato quotidianamente. Se vuoi comodamente ricevere nella tua casella di posta elettronica le ultime novità della settimana, puoi iscriverti alla newsletter che conterrà una sintesi degli ultimi articoli inseriti ed il link per aprirli
Una valida alternativa alla newsletter sono i feed
con i quali puoi seguire anche singole materie.
Iscriviti alla newsletter     Scopri i feed RSS

La collaborazione a Lexambiente è aperta a tutti. 
Se vuoi inviare un articolo originale su uno dei temi trattati o vuoi pubblicare un tuo articolo già diffuso su una rivista giuridica cartacea invialo, in formato testo (preferibilmente diverso dal pdf) all'indirizzo email [email protected]

Lexambiente ha migliaia di documenti nel database. 
Quelli in home page sono soltanto gli ultimi pubblicati! 
Per cercare uno o più documenti utilizza il motore di ricerca interno (accessibile ai soli utenti registrati). Puoi anche effettuare la ricerca selezionando una singola sezione o categoria o attraverso l'archivio coronologico.

Corri a far parte della comunità di Lexambiente registrandoti. E' gratis!
Avrai accesso a tutte le funzionalità del sito.
Come Utente Registrato puoi:
- Postare commenti con il tuo nome nel forum
- Accedere ai Downloads
- Inviare Messaggi Privati
- e molto altro ancora...

Vai alla pagina di registrazione

Welcome into  "Lexambiente".


That is a daily up-to-date review on Law and Environment.
It contains all the latest issues of italian legislation and jurisprudence on environment, as well as reviews and records of articles published on law magazines and links.
We welcome also in a proper place all the "readers" contributions as articles, letters, opinions, suggestions - in foreign languages as well - with regards to the defence of Environment.
You can get into communication with us through the e.mail address
Have a nice surfing!

Danno Ambientale - Giurisprudenza Civile Merito

Corte App. Venezia, sez. IV civ.,  n. 1625 del 10 luglio 2014
Danno Ambientale. Risarcimento (vicenda centrale di Porto Tolle)

Sentenza in materia di risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali ad associazioni di protezione ambientale e a singoli privati da reati (art. 674 cp; art. 635 cp; art. 13, comma 5 DPR 203/1988) conseguenti alle emissioni della centrale termoelettrica di Porto Tolle, con affermazione di responsabilità anche degli amministratori delegati della holding.

Leggi tutto...

 
Beni Ambientali - Cassazione Penale

Cass. Sez. III n. 30303 del 10 luglio 2014 (Cc. 18 mar. 2014)
Pres. Squassoni Est. Grillo Ric. PM in proc. Giuliani
Beni ambientali. Individuazione terreni boschivi vincolati

In tema di tutela del paesaggio ed al fine di individuare i terreni boschivi protetti da vincolo va qualificato come bosco, alla luce della speciale normativa di settore (art. 2 del D. Lgs. 227/01) qualsiasi terreno coperto da vegetazione forestale arborea, associata o meno a quella arbustiva, da castagneti, sughereti o da macchia mediterranea, con il limite spaziale di una estensione non inferiore a 2000 mq., con larghezza media non inferiore a mt. 20 e con copertura per l’intera superficie non inferiore al 20%

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, Sez. IV, n. 2855, del 4 giugno 2014
Urbanistica.Destinazione ed edilizia scolastica configura vincolo conformativo

Il carattere non edificabile della destinazione ad edilizia scolastica, ha l'effetto di configurare un tipico vincolo conformativo, come destinazione ad un servizio che trascende le necessità di zone circoscritte, ed è concepibile solo nella complessiva sistemazione del territorio, nel quadro della ripartizione zonale in base a criteri generali ed astratti. La destinazione a zone per l’istruzione dell’obbligo, non comporta, quindi, l’imposizione di un vincolo espropriativo, ma solo conformativo, conseguente alla zonizzazione effettuata dallo strumento urbanistico per definire i caratteri generali dell’edificabilità in ciascuna delle zone in cui è suddiviso il territorio comunale, ponendo limitazioni in funzione dell’interesse pubblico generale. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Toscana, Sez. III, n. 964, del 3 giugno 2014
Urbanistica.Legittimità ordinanza demolizione per scadenza autorizzazione temporanea per ricovero attrezzi

L’avvenuta scadenza dell’autorizzazione ha sostanzialmente reso privo di titolo edilizio il manufatto, il quale è così divenuto abusivo, con la conseguenza che la contestata misura demolitoria è legittimata dall’art. 7 della legge n. 47/1985; non è invocabile al riguardo la disciplina in materia di autoannullamento della concessione edilizia, giacché nel caso in esame rileva un titolo inefficace in relazione alla permanenza dell’opera dopo il prestabilito termine. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese).

Leggi tutto...

 
Rifiuti - Dottrina

La Cassazione insiste sulla “temporaneità” dell’art. 186, T.U.A. (“Terre e rocce da scavo”), con irretroattività del D.M. 161/2012,  ai fini penali.  
(Nota a sentenza n. 12229 del 17 gennaio – 14 marzo 2014, sui residui di lavorazione dei marmi: rifiuti recuperabili o sottoprodotti?)

di Pasquale GIAMPIETRO e Michele PETRONZI

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Cassazione Penale

Cass. Sez. III n. 30275 del 10 luglio 2014 (Ud. 3 giu. 2014)
Pres. Squassoni Est. Andreazza Ric. Sechi
Urbanistica. Presupposti di efficacia del permesso in sanatoria

I presupposti per attribuire efficacia estintiva dell'illecito penale al permesso in sanatoria, ai sensi dell'art. 36 del d.P.R. 380 del 2001, sussistono solo se le opere abusive risultano, per quanto difformi dal titolo abilitativo, in sé non contrastanti con gli strumenti urbanistici vigenti sia al momento della loro realizzazione che al momento della presentazione della domanda, con la conseguenza che detta vicenda estintiva non può prodursi se sia necessario procedere ad ulteriori interventi che riconducano i lavori realizzati a tale doppia conformità

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Dottrina

Acquisizione de jure e richiesta di permesso in sanatoria
(Annotazione a Consiglio di Stato, Sez. VI, sentenza n. 3264 del 15/4/2014, depositata il 27/06/2014)

di Massimo GRISANTI

Leggi tutto...

 
Ambiente in genere - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Emilia Romagna (BO), Sez. I, n. 544, del 23 maggio 2014
Ambiente in genere.Legittimità variante alle NTA del PRG per distanza di 400 m tra industria insalubre di 1° classe e residenziale

Legittimità variante alle Norme Tecniche di Attuazione del PRG diretta ad assicurare una distanza di almeno 400 m tra l’insediamento di un impianto destinato alla produzione di premiscelati per industrie cementifere, siderurgiche e delle argille espanse, mediante la lavorazione di rifiuti provenienti dai processi elettrochimici di produzione dell’alluminio, e quelli residenziali in essere. Il comune ha semplicemente operato una scelta discrezionale pianificatoria. Vero è che la variante urbanistica è stata emanata in occasione di un procedimento di V.I.A., ma la mera attivazione di una procedura di V.I.A. non crea alcun affidamento da tutelare. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Toscana, Sez. III, n. 1024, del 12 giugno 2014
Urbanistica.Traslazione edificio.

Secondo un costante e consolidato orientamento della giurisprudenza amministrativa la traslazione dell’edificio comporta che l’intervento di demolizione e ricostruzione non possa essere qualificato come ristrutturazione integrando, invece, una nuova costruzione. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Rifiuti - Cassazione Penale

Cass. Sez. III n. 29992 del 9 luglio 2014 (Cc 24 giu. 2014)
Pres. Fiale Est. Ramacci Ric. PM in proc. Lazzaro
Rifiuti. Natura del reato di illecita gestione e trasporto in forma ambulante

1. La condotta sanzionata dall'art. 256, comma 1 d.lgs. 152\06 è riferibile a chiunque svolga, in assenza del prescritto titolo abilitativo, una attività rientrante tra quelle assentibili ai sensi degli articoli 208, 209, 210, 211, 212, 214, 215 e 216 del medesimo decreto, svolta anche di fatto o in modo secondario o consequenziale all'esercizio di una attività primaria diversa che richieda, per il suo esercizio, uno dei titoli abilitativi indicati e che non sia caratterizzata da assoluta occasionalità;
2. La deroga prevista dall'art. 266, comma 5 d.lgs. 152\06 per l'attività di raccolta e trasporto dei rifiuti prodotti da terzi, effettuata in forma ambulante opera qualora ricorra la duplice  condizione che il soggetto sia in possesso del titolo abilitativo per l'esercizio di attività commerciale in forma ambulante ai sensi del d.lgs. 31 marzo 1998, n. 114 e, dall'altro, che si tratti di rifiuti che formano oggetto del suo commercio.

Leggi tutto...

 
Sviluppo sostenibile - Dottrina

Serre fotovoltaiche: in assenza del Piano energetico ambientale regionale della Sardegna, la competenza al rilascio delle autorizzazioni è attribuita alla Regione.

di Claudia BASCIU

Leggi tutto...

 
In libreria

Edizione 2014

informazioni

Novità dal Forum
Richiesta sentenze e leggi

Se non hai trovato nella sezione "Cerca nel sito" un testo di legge o una sentenza scrivi a Lexambiente. 
Lo riceverai gratuitamente via posta elettronica.
Quanto da te richiesto verrà poi inserito nell'archivio a disposizione di tutti gli utenti.

Leggi le istruzioni qui
Twitter Image
Feed RSS

Vuoi ricevere le ultime notizie pubblicate da Lexambiente direttamente sul tuo computer ?

Utilizza i Feed RSS! Per ulteriori informazioni clicca qui

Lexambiente nel mondo

Dubai (UAE) Police Academy vedi

La IOWA University (USA)
a Roma e Tivoli vedi

Keisuke Tsurumi Giappone (Università di Tokio) vedi

Prof. Hector Jorge Bibiloni (Univ. Buenos Aires) vedi