Newsletter

La Newsletter di Lexambiente
Notizie sugli aggiornamenti del sito
QUI

Edizione 2013

Edizione 2013 Aggiornata

informazioni

Il sito è online dal marzo 1998
Pagine visitate
da maggio 2003:
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1117
mod_vvisit_counterIeri41624
mod_vvisit_counterQuesta settimana1117
mod_vvisit_counterQuesto mese1257308

Ci sono: 108 visitatori, 112 bots online
Il tuo IP: 216.70.122.77
 , 
Oggi:23-Nov-2014

10993 documenti in banca dati

Benvenuti in LEXAMBIENTE !

Questo sito offre gratuitamente una costante informazione su tutto ciò che riguarda il diritto dell'ambiente. Il sito si basa sul libero scambio di informazioni ed il materiale fornito proviene dal curatore e dagli stessi frequentatori. 
Lexambiente non vende nulla, non è collegato con studi legali o di consulenza, non offre altro che informazioni ed opera in piena libertà anche in collaborazione con Legambiente ed altri Enti ed associazi
oni.
La collaborazione è aperta a tutti e il materiale pubblicato in questo spazio è liberamente utilizzabile per fini non commerciali a condizione che venga citata la fonte: Lexambiente - www.lexambiente.it

Il forum è il punto di incontro della comunità di Lexambiente.
Frequentato da esperti e semplici "curiosi" del diritto ambientale, è il luogo in cui si incontrano le diverse professionalità, si scambiano opinioni e si affrontano specifiche questioni giuridiche. La consultazione è libera, la partecipazione attiva è riservata agli utenti registrati.

Visita il forum

Lexambiente viene aggiornato quotidianamente. Se vuoi comodamente ricevere nella tua casella di posta elettronica le ultime novità della settimana, puoi iscriverti alla newsletter che conterrà una sintesi degli ultimi articoli inseriti ed il link per aprirli
Una valida alternativa alla newsletter sono i feed
con i quali puoi seguire anche singole materie.
Iscriviti alla newsletter     Scopri i feed RSS

La collaborazione a Lexambiente è aperta a tutti. 
Se vuoi inviare un articolo originale su uno dei temi trattati o vuoi pubblicare un tuo articolo già diffuso su una rivista giuridica cartacea invialo, in formato testo (preferibilmente diverso dal pdf) all'indirizzo email [email protected]

Lexambiente ha migliaia di documenti nel database. 
Quelli in home page sono soltanto gli ultimi pubblicati! 
Per cercare uno o più documenti utilizza il motore di ricerca interno (accessibile ai soli utenti registrati). Puoi anche effettuare la ricerca selezionando una singola sezione o categoria o attraverso l'archivio coronologico.

Corri a far parte della comunità di Lexambiente registrandoti. E' gratis!
Avrai accesso a tutte le funzionalità del sito.
Come Utente Registrato puoi:
- Postare commenti con il tuo nome nel forum
- Accedere ai Downloads
- Inviare Messaggi Privati
- e molto altro ancora...

Vai alla pagina di registrazione

Welcome into  "Lexambiente".


That is a daily up-to-date review on Law and Environment.
It contains all the latest issues of italian legislation and jurisprudence on environment, as well as reviews and records of articles published on law magazines and links.
We welcome also in a proper place all the "readers" contributions as articles, letters, opinions, suggestions - in foreign languages as well - with regards to the defence of Environment.
You can get into communication with us through the e.mail address
Have a nice surfing!

Rifiuti - Dottrina

Brevi considerazioni sul “trattamento” dei rifiuti in seguito alla sentenza del Consiglio di Stato, sez. v^, n.5242 dep. il 23 ottobre
2014

di Alberto PIEROBON

Leggi tutto...

 
Aria - Cassazione Penale

Cass. Sez. III n. 45230 del 3 novembre 2014 (Ud 3 lug 2014)
Pres. Squassoni Est. Di Nicola Ric. Benassi
Aria.Animali ed esalazioni maleodoranti

Il reato previsto dall'art. 674 cod. pen. è integrato dalle esalazioni maleodoranti provenienti da stalle, gabbie o promananti da escrementi di animali in numero rilevante o quelle dovute alla presenza di numerosi cani tenuti in condizioni di sporcizia

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, Sez. VI, n. 4780, del 22 settembre 2014
Urbanistica.Illegittimità ordinanza demolizione in presenza di una d.i.a. già perfezionatasi

La d.i.a una volta perfezionatasi, costituisce un titolo abilitativo valido ed efficace (sotto tale profilo equiparabile quoad effectum al rilascio del provvedimento espresso), che può essere rimosso, per espressa previsione legislativa, solo attraverso l’esercizio del potere di autotutela decisoria. Ne consegue l’illegittimità del provvedimento repressivo-inibitorio avente ad oggetto lavori che risultano oggetto di una d.i.a. già perfezionatasi (per effetto del decorso del tempo) e non previamente rimossa in autotutela. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Lazio (RM), Sez. II-Bis, n. 8599, del 5 agosto 2014
Urbanistica.Ultimazione del rustico e sanabilità

La giurisprudenza si è occupata ripetutamente della questione ribadendo sin da epoca risalente come ai fini della sanabilità sia sufficiente l’esecuzione del rustico e il completamento della copertura. In particolare, è stato specificato che l’opera deve essere eseguita al rustico in tutte le sue strutture essenziali, tra cui le tamponature perimetrali in quanto determinanti per stabilire la volumetria, anche la Suprema Corte di Cassazione ha escluso la condonabilità dell’opera in assenza di tamponatura. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese).

Leggi tutto...

 
Beni Ambientali - Cassazione Penale

Cass. Sez. III n. 44928 del 29 ottobre 2014 (Ud 23 apr 2014)
Pres. Fiale Est. Grillo Ric. Machieraldo
Beni Ambientali. Reati paesaggistici ed interventi di minima entità

Ferma restando la natura del reato di pericolo formale della figura delittuosa prevista dal D.Lgs. n. 42 del 2004, art. 181, comma 1 bis, laddove sia stato accertato un intervento edilizio su area paesaggisticamente vincolata, la condotta deve ritenersi sempre punibile tranne che nelle residuali ipotesi di interventi di minima entità, senza che possa assumere rilevanza il concetto di lieve entità come enunciato nella L. n. 35 del 2012, art. 44, attesa la mancanza di specifiche indicazioni illustrative di tale concetto, ancora di là da venire e comunque tale da non escludere l'applicabilità, allo stato attuale, del criterio della minima entità degli interventi così come elaborato pacificamente dalla giurisprudenza

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, Sez. VI, n. 4957, del 3 ottobre 2014
Urbanistica.Dimostrazione epoca dell’abuso

La produzione di una dichiarazione sostitutiva di atto notorio non può assurgere al rango di prova, seppure presuntiva, sull'epoca di anteriore realizzazione dell'abuso edilizio-paesaggistico rispetto al vincolo apposto, in assenza di minimi riscontri documentali o di altri elementi di prova eventualmente anche indiziari ma concordanti. Pertanto, in applicazione del principio generale di cui all'art. 2697 c.c., chi realizza interventi ritenuti abusivi, su immobili esistenti, è tenuto a dimostrare rigorosamente, se intende evitare le misure repressive di legge, lo stato della preesistenza, posto che, in tali casi, solo il privato dispone, ed è normalmente in grado di esibire, la documentazione idonea al fine di fornire utili elementi di valutazione quali fotografie con data certa dell'immobile, estratti delle planimetri catastali, il progetto originario e i suoi allegati, e quant’altro di utile. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Lombardia (MI), Sez. II, n. 2405, del 30 settembre 2014
Urbanistica.Rielaborazione complessiva del Piano territoriale di coordinamento provinciale

Può considerarsi rielaborazione complessiva del Piano territoriale di coordinamento provinciale quando fra la fase di adozione e quella di approvazione, siano intervenuti mutamenti tali da determinare un cambiamento radicale delle caratteristiche essenziali del piano e dei criteri che presiedono alla sua impostazione. Con riferimento ai piani urbanistici dei comuni, la giurisprudenza esclude che si possa parlare di rielaborazione complessiva del piano quando in sede di approvazione vengano introdotte modifiche che riguardano la disciplina di singole aree o singoli gruppi di aree. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese).

 

Leggi tutto...

 
Beni Ambientali - Cassazione Penale

Cass. Sez. III n. 43812 del 21 ottobre 2014 (Ud 17 set 2014)
Pres. Mannino Est. Scarcella Ric. PM in proc. Colaiuda
Beni Ambientali. Reati paesaggistici e sequestro preventivo

In tema di sequestro preventivo per reati paesaggistici, la sola esistenza di una struttura abusiva integra il requisito dell'attualità del pericolo indipendentemente dall'essere l'edificazione ultimata o meno, in quanto il rischio di offesa al territorio e all'equilibrio ambientale, a prescindere dall'effettivo danno al paesaggio e dall'incremento del carico urbanistico, perdura in stretta connessione con l'utilizzazione della costruzione ultimata

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Cassazione Civile

Cass. Civ. Sez. II n. 23367 del 5 novembre 2014 (Ud 17 set 2014)
Pres. Bursese Est. Picaroni Ric. Cattinari
Urbanistica. Lottizzazione e nullità contratto preliminare di vendita

La nullità di un contratto preliminare di vendita di un’unità immobiliare per contrasto con la normativa in tema di lottizzazione abusiva, consistente nella modifica della destinazione d'uso di un complesso alberghiero, implica il riscontro dell’esistenza di un’organizzazione imprenditoriale preposta alla gestione dei singoli appartamenti, nonché della parcellizzazione della proprietà in distinti alloggi.

Leggi tutto...

 
Acque - Dottrina

Le perdite di carico nei circuiti idraulici

di Luigi FANIZZI

 

Leggi tutto...

 
Ambiente in genere - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Lombardia (MI), Sez. II, n. 2404, del 30 settembre 2014
Ambiente in genere.Caratteristiche delle reti ecologiche regionali (RER)

Le reti ecologiche regionali (RER) altro non sono che un insieme di aree non compromesse che si interpongono, quali varchi ecologici appunto, fra le aree urbanizzate, la cui esistenza consente la migrazione della fauna fra un sito naturalistico ed un altro. Non è dunque necessario che l’area da inserire nella rete ecologica abbia caratteristiche di pregio ambientale, essendo invece sufficiente che, date le sue caratteristiche ontologiche, essa sia idonea a svolgere la suindicata funzione. Nel caso concreto, non è contestato che l’area di proprietà della ricorrente, collocata in prossimità del fiume Lambro, non sia completamente compromessa, ma presenti ancora superfici inedificate che le possono consentire di svolgere la funzione di corridoio ecologico. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
In libreria

Edizione 2014

informazioni

Novità dal Forum
Richiesta sentenze e leggi

Se non hai trovato nella sezione "Cerca nel sito" un testo di legge o una sentenza scrivi a Lexambiente. 
Lo riceverai gratuitamente via posta elettronica.
Quanto da te richiesto verrà poi inserito nell'archivio a disposizione di tutti gli utenti.

Leggi le istruzioni qui
Twitter Image
Feed RSS

Vuoi ricevere le ultime notizie pubblicate da Lexambiente direttamente sul tuo computer ?

Utilizza i Feed RSS! Per ulteriori informazioni clicca qui

Lexambiente nel mondo

Dubai (UAE) Police Academy vedi

La IOWA University (USA)
a Roma e Tivoli vedi

Keisuke Tsurumi Giappone (Università di Tokio) vedi

Prof. Hector Jorge Bibiloni (Univ. Buenos Aires) vedi