Newsletter

La Newsletter di Lexambiente
Notizie sugli aggiornamenti del sito
QUI

Edizione 2013

Edizione 2013 Aggiornata

informazioni

Il sito è online dal marzo 1998
Pagine visitate
da maggio 2003:
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi2463
mod_vvisit_counterIeri34229
mod_vvisit_counterQuesta settimana229837
mod_vvisit_counterQuesto mese860090

Ci sono: 106 visitatori, 59 bots online
Il tuo IP: 216.70.122.77
 , 
Oggi:20-Set-2014

10808 documenti in banca dati

Benvenuti in LEXAMBIENTE !

Questo sito offre gratuitamente una costante informazione su tutto ciò che riguarda il diritto dell'ambiente. Il sito si basa sul libero scambio di informazioni ed il materiale fornito proviene dal curatore e dagli stessi frequentatori. 
Lexambiente non vende nulla, non è collegato con studi legali o di consulenza, non offre altro che informazioni ed opera in piena libertà anche in collaborazione con Legambiente ed altri Enti ed associazi
oni.
La collaborazione è aperta a tutti e il materiale pubblicato in questo spazio è liberamente utilizzabile per fini non commerciali a condizione che venga citata la fonte: Lexambiente - www.lexambiente.it

Il forum è il punto di incontro della comunità di Lexambiente.
Frequentato da esperti e semplici "curiosi" del diritto ambientale, è il luogo in cui si incontrano le diverse professionalità, si scambiano opinioni e si affrontano specifiche questioni giuridiche. La consultazione è libera, la partecipazione attiva è riservata agli utenti registrati.

Visita il forum

Lexambiente viene aggiornato quotidianamente. Se vuoi comodamente ricevere nella tua casella di posta elettronica le ultime novità della settimana, puoi iscriverti alla newsletter che conterrà una sintesi degli ultimi articoli inseriti ed il link per aprirli
Una valida alternativa alla newsletter sono i feed
con i quali puoi seguire anche singole materie.
Iscriviti alla newsletter     Scopri i feed RSS

La collaborazione a Lexambiente è aperta a tutti. 
Se vuoi inviare un articolo originale su uno dei temi trattati o vuoi pubblicare un tuo articolo già diffuso su una rivista giuridica cartacea invialo, in formato testo (preferibilmente diverso dal pdf) all'indirizzo email [email protected]

Lexambiente ha migliaia di documenti nel database. 
Quelli in home page sono soltanto gli ultimi pubblicati! 
Per cercare uno o più documenti utilizza il motore di ricerca interno (accessibile ai soli utenti registrati). Puoi anche effettuare la ricerca selezionando una singola sezione o categoria o attraverso l'archivio coronologico.

Corri a far parte della comunità di Lexambiente registrandoti. E' gratis!
Avrai accesso a tutte le funzionalità del sito.
Come Utente Registrato puoi:
- Postare commenti con il tuo nome nel forum
- Accedere ai Downloads
- Inviare Messaggi Privati
- e molto altro ancora...

Vai alla pagina di registrazione

Welcome into  "Lexambiente".


That is a daily up-to-date review on Law and Environment.
It contains all the latest issues of italian legislation and jurisprudence on environment, as well as reviews and records of articles published on law magazines and links.
We welcome also in a proper place all the "readers" contributions as articles, letters, opinions, suggestions - in foreign languages as well - with regards to the defence of Environment.
You can get into communication with us through the e.mail address
Have a nice surfing!

Rifiuti - Dottrina

Prime notazioni sugli abbruciamenti: il reato è legittimato!

di Andrea VOLPATO

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Cassazione Penale

Cass. Sez.III n.36730 del 3 settembre 2014 (cc 27 mar. 2014)
Pres.Fiale Est. Grillo Ric.Troili ed altra
Urbanistica. Modifica della destinazione d'uso originaria

L'esecuzione di opere interne che trasformino l'originaria destinazione di un locale (nella specie un locale cantina destinato a mini-appartamento) integra la fattispecie penale laddove priva di permesso per costruire . Solo laddove la modificazione della destinazione d'uso non sia costituita da opere (anche interne) può ritenersi sufficiente la semplice D.I.A. (oggi S.C.I.A.)

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, Sez. VI, n. 3906, del 22 luglio 2014
Urbanistica.Legittimità diniego sanatoria per serre con copertura a pannelli fotovoltaici divisi in due impianti “sottosoglia”

E’ palese che si intendesse realizzare nel caso di specie, un unico impianto fotovoltaico montato su serre materialmente distinte e diviso in due tronconi con potenza nominale singola inferiore ad 1MW. Infatti, non è smentito il carattere sostanzialmente unitario, sia strutturalmente che funzionalmente, dell’impianto fotovoltaico in questione, benché materialmente ripartito sulle coperture di due serre, collocate a poca distanza e gestite dalla medesima società, così come non è contestata la produzione di energia, alla stessa complessivamente riconducibile. Deve ritenersi che vi sia stato artificioso frazionamento di una installazione in due paralleli impianti di produzione fotovoltaica “sottosoglia”, con indebite finalità elusive della relativa normativa di settore e conseguente non rilasciabilità delle sanatorie richieste, in quanto riferite ad un contesto produttivo non autorizzato nella sua reale consistenza. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Abruzzo (PE), Sez. I, n. 347, del 15 luglio 2014
Urbanistica.Non si forma silenzio assenso alla richiesta di permesso di costruire trasmessa via PEC senza copia foto documento d’identità del sottoscrittore

La domanda firmata dal legale rappresentante della società presentata tramite PEC dal progettista, senza che fossero stati allegati la copia fotostatica di un documento d’identità del sottoscrittore e l’atto di conferimento al tecnico del potere di rappresentanza hanno impedito la formazione del titolo edilizio per silenzio assenso. Né appare al riguardo rilevante il fatto, che essendo stata presentata la documentazione via PEC, era certa la provenienza degli atti dallo studio del progettista e la conformità degli atti inviati agli originali, in quanto tale tecnico (oltre a non apporre su alcuni atti la propria firma digitale) ha omesso di trasmettere al momento della presentazione della domanda copia del documentato d’identità del richiedente e dell’atto che le aveva conferito il potere di presentare l’istanza. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Caccia e Animali - Cassazione Penale

Cass. Sez.III n.36715 del 3 settembre 2014 (ud 17 apr. 2014)
Pres.Fiale Est. Di Nicola Ric.Vullo
Caccia e animali. Maltrattamento di animali e nozione di necessità

Il delitto di cui all'art. 544-ter cod. pen. è a dolo specifico, nel caso in cui la condotta lesiva dell'integrità e della vita dell'animale sia tenuta per crudeltà, e a dolo generico quando essa sia tenuta, come nel caso in esame, senza necessità. Nel concetto di necessità, la cui ricorrenza esclude la configurabilità del reato, è compreso lo stato di necessità di cui all'art. 54 cod. pen., e ogni altra situazione che renda indispensabile la realizzazione di una condotta lesiva per evitare un pericolo imminente o per impedire l'aggravamento di un danno alla persona o ai beni ritenuto altrimenti inevitabile. Ne consegue come la nozione di necessità rilevante ai sensi dell’ art. 544 ter cod. pen. (così come per l’omologa fattispecie di cui all’art. 544 bis cod. pen) non sia pienamente sovrapponibile allo stato di necessità, previsto dall'art. 54 cod. pen.

Leggi tutto...

 
Urbanistica - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Piemonte, Sez. I, n. 1199, del 10 luglio 2014
Urbanistica.Rilascio del titolo edilizio e collegamento al sistema viario pubblico

Il rilascio del titolo edilizio presuppone la presenza di opere di urbanizzazione primaria e secondaria, pari agli standards urbanistici minimi prescritti, ivi incluse le vie di collegamento al sistema viario pubblico. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese).

Leggi tutto...

 
Ambiente in genere - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Trento, Sezione Unica, n. 78, del 12 marzo 2014
Ambiente in genere.Diritti di uso civico e normativa sui patti agrari

I diritti di uso civico sono inalienabili, imprescrittibili ed inusucapibili; essi sono esercitati e goduti, in relazione ai propri bisogni, da coloro che risiedono nella frazione o nel comune; inoltre, salvo l’adozione di specifica deliberazione che comprovi un effettivo beneficio per la generalità degli abitanti, l'ente competente all’amministrazione dei beni di uso civico non può disporre la variazione del loro uso, la sospensione temporanea o l'estinzione del vincolo. Ai beni demaniali e patrimoniali indisponibili dello Stato e degli altri enti territoriali non si applica la legislazione sui contratti agrari e, segnatamente, la disciplina in tema di durata e proroga, quando detti beni devono, in ogni momento, mantenere la loro utilizzabilità ai fini per i quali sono stati classificati come demaniali o indisponibili. In caso contrario, sarebbe preclusa all’Amministrazione “la discrezionale facoltà di conformare la continuazione e la rinnovazione del rapporto alla luce delle autonome valutazioni circa la compatibilità di esso con l'uso pubblico del bene demaniale. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Caccia e Animali - Cassazione Penale

Cass. Sez.III n.36707 del 3 settembre 2014 (ud 17 apr. 2014)
Pres.Fiale Est. Andronio Ric.Ambrosino ed altro
Caccia e animali. Parchi nazionali e tabellazione

I parchi nazionali, essendo stati istituiti e delimitati con appositi provvedimenti pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, non necessitano della tabellazione perimetrale prevista dall’art. 10 della legge n. 157 del 1992 al fine di individuarli come aree in cui non si può svolgere l’attività venatoria, gravando in tal caso su chi esercita la caccia l’individuazione dei confini dell’area protetta all’interno della quale si configura il reato di cui all’art. 30, comma 1, lettera d), della richiamata legge n. 157

Leggi tutto...

 
Rumore - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Marche, Sez. I, n. 662, del 3 luglio 2014
Rumore.Illegittimità autorizzazione in via permanente a derogare i valori massimi di emissione

E’ Illegittima l’autorizzazione in via permanente a derogare ai valori massimi di emissione previsti dalla normativa statale e dal Piano di classificazione acustica del Comune (zona di categoria IV -aree di intensa attività umana, con limite notturno di immissione di 55 decibel).  L’art. 6, comma 1, let. h), della L. n. 447/1995 consente deroghe ai valori limite di cui al precedente art. 2, comma 3, solo per lo svolgimento di attività temporanee e di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico e per spettacoli a carattere temporaneo ovvero mobile, e non in relazione ad attività di intrattenimento che si svolgono per tutto l’anno. La disciplina della L. n. 447/1995, afferendo alla materia della tutela della salute, va qualificata come normativa di principio inderogabile dalle Regioni (e quindi anche dagli enti locali sub-regionali), a similitudine di quanto accade per le emissioni elettromagnetiche prodotte dalle SRB per telefonia mobile, i cui limiti di emissione sono fissati con DPCM 8/7/2003 e non sono derogabili dalle Regioni e dagli altri enti locali. (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Elettrosmog - Giurisprudenza Amministrativa TAR

TAR Lombardia, (MI), Sez. IV, n. 1634, del 24 giugno 2014
Elettrosmog.Illegittimità diniego installazione SRB su edificio storico non vincolato

La localizzazione delle infrastrutture per la telefonia mobile può essere esclusa solo in relazione a zone vincolate con specifico provvedimento amministrativo, previsto prima dal titolo II (artt.139 e seguenti) del d.lgs. n.490/1999, e poi dagli articoli da 136 a 141 del d.lgs.n.42/2004, oppure vincolate per effetto diretto della previsione legislativa (art.146 del d.lgs.n.490/1999, sostituito dall'art.142 del d.lgs. n.42/2004), o per espressa tipizzazione, individuazione e sottoposizione a tutela da parte di piano paesistico (art.134 del d.lgs.n.42/2004). (Segnalazione e massima a cura di F. Albanese)

Leggi tutto...

 
Rifiuti - Cassazione Penale

Cass. Sez.III n.34098 del 1 agosto 2014 (cc 27 feb. 2014)
Pres.Fiale Est. Aceto Ric.PM in proc.Iannaccone
Rifiuti.Combustione illecita

A seguito dell'introduzione del delitto di cui all'art. 256-bis, comma 2, d.lgs. 152/2006, la combustione non autorizzata, quale modalità di smaltimento dei rifiuti dolosamente perseguita all'esito dell'attività di raccolta, trasporto e spedizione, qualifica le corrispondenti condotte previste dagli artt. 256 e 259, d.lgs. 152/2006, facendole assurgere a fattispecie autonoma di reato, ancorché a tali fasi di gestione del rifiuto, prodromiche alla combustione, non segua la combustione stessa. Il residuo illecito amministrativo di cui all'art. 256-bis, comma 6, d.lgs. 152/2006, ha invece ad oggetto i rifiuti vegetali provenienti da aree verdi, quali giardini, parchi e aree cimiteriali di cui all'art. 184, lett. e), non dunque la paglia, gli sfalci, le potature e il materiale agricolo o forestale non pericoloso di cui all'art. 185, comma 1, lett. f). La condotta, però, deve avere ad oggetto rifiuti vegetali abbandonati o depositati in modo incontrollato (tale il senso del richiamo al comma 1°), non anche raccolti e trasportati dallo stesso autore della combustione, poiché, in tal caso, la condotta ricadrebbe nella previsione di cui al comma 2° dello stesso art. 256-bis, d.lgs. cit.;ne consegue che la condotta di autosmaltimento mediante combustione illecita di rifiuti continua ad avere penale rilevanza

Leggi tutto...

 
In libreria

Edizione 2014

informazioni

Novità dal Forum
Richiesta sentenze e leggi

Se non hai trovato nella sezione "Cerca nel sito" un testo di legge o una sentenza scrivi a Lexambiente. 
Lo riceverai gratuitamente via posta elettronica.
Quanto da te richiesto verrà poi inserito nell'archivio a disposizione di tutti gli utenti.

Leggi le istruzioni qui
Twitter Image
Feed RSS

Vuoi ricevere le ultime notizie pubblicate da Lexambiente direttamente sul tuo computer ?

Utilizza i Feed RSS! Per ulteriori informazioni clicca qui

Lexambiente nel mondo

Dubai (UAE) Police Academy vedi

La IOWA University (USA)
a Roma e Tivoli vedi

Keisuke Tsurumi Giappone (Università di Tokio) vedi

Prof. Hector Jorge Bibiloni (Univ. Buenos Aires) vedi