Reato rimozione amianto da privati

Forum di discussione giuridica dedicato alla materia dei rifiuti in generale
Avatar utente
Cesare
ILLUMINATO
ILLUMINATO
Messaggi: 2137
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 0:00
Località: Potenza (PZ)
Contatta:

Re: Reato rimozione amianto da privati

Messaggioda Cesare » 18 gennaio 2016, 21:53

Spiegalo, ma per bene, al Dr. Aiello!

Perché mi sembra che il Dr. Aiello non abbia capito bene le domande postegli.

Cesare

Avatar utente
ODISSEO
Newbie
Newbie
Messaggi: 11
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 12:30

Re: Reato rimozione amianto da privati

Messaggioda ODISSEO » 18 gennaio 2016, 23:02

Mi sono Limitato solo a rappresentare in estrema sintesi il pensiero del dottor Aiello che ritengo assolutamente corretto. Forse è il caso che lei rilegga con più attenzione l'articolo.

Avatar utente
Cesare
ILLUMINATO
ILLUMINATO
Messaggi: 2137
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 0:00
Località: Potenza (PZ)
Contatta:

Re: Reato rimozione amianto da privati

Messaggioda Cesare » 19 gennaio 2016, 0:05

Guarda che questo (lo hai detto tu):

"L'eternit rimosso è sempre un rifiuto pericoloso"


Ed é sbagliato perché é generico, non dici in quale matrice (aria, suolo, acqua) quell'Eternit é un rifiuto. Le matrici considerate dal TUA sono tre Aria, Suolo, Acqua; se non distingui in quale matrice quell' Eternit sia un rifiuto significa che fai confusione.

Ma poi, Eternit é il nome di una Ditta che mescolava l'amianto al cemento producendo le onduline (lastre di Eternit) é l'amianto che determina i problemi in atmosfera; Eternit é il nome di una Ditta NON E' UN RIFIUTO.

Ti porto questo esempio: la sansa; la sansa é un rifiuto se smaltita in matrice acqua perché non é biodegradabile in acqua se non in tempi lunghissimi; se riciclata in matrice suolo non é un rifiuto é un ammendante.

Ti porto quest'altro esempio: un vecchio lavello; un vecchio lavello se lasciato in un parco giochi (matrice suolo) pubblico frequentato da bambini é un rifiuto perché é una possibile causa di pericolo per i bambini che giocano con quel lavello; se lasciato in un giardino (matrice suolo) privato non é un rifiuto il proprietario di quel giardino avrà la responsabilita genitoriale.

Ti porto un ultimo esempio: la plastica (il vetro, il ferro, le terre di scavo, i materiali da demolizione, ecc... ecc... ecc...) sono troppo importanti per diventare un rifiuto; vanno riciclati (recuperati, riutilizzati, ritrasformati ecc... ecc... ecc...) dentro la loro filiera, altrimenti vanno smaltiti correttamente; quando diventano un rifiuto? Ad esempio quando "butto" la plastica nella differenziata del vetro o vice-versa ecc, ovvero li "butto" nell'ambiente.

Mi chiederai: ma l'amianto contenuto nell'Eternit dove lo riciclo? Ti risponderò: quell'amianto non é recuperabile, non é riciclabile non può essere trasformato in un qualcos'altro; ti riporto le tecniche di intervento suggerite dal Dr. Aiello (le ricopio in rosso):

"Le tecniche di intervento per i materiali contenenti amianto <guarda che alcune rocce contengono amianto, che se disperso per aria darà gli stessi problemi, quindi queste tecniche si riferiscono anche a quei giacimenti> sono tre e precisamente: rimozione, incapsulamento, confinamento".

Ma, adesso consenti a Cesare una domanda: Dove hai trovato scritto nell'intervento del Dr. Aiello che il privato che genera il rifiuto da amianto possa essere perseguibile a norma dell'art. ??? del TUA?

Cesare ha affermato: Nessun articolo del TUA può essere applicabile al privato, né al domestico, né all'assimilabile!

Un saluto, Cesare.


Torna a “Questioni generali (rifiuti)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti