perizia suppletiva lavori in economia

Giovannino60
Nuovo arrivo
Nuovo arrivo
Messaggi: 3
Iscritto il: 12 dicembre 2015, 15:55

perizia suppletiva lavori in economia

Messaggioda Giovannino60 » 12 dicembre 2015, 17:46

Ho fatto una gara in economia per manutenzione edili edifici comunali pari ad euro 30.000, qual'è il limite importo per fare un eventuale perizia suppletiva?
Grazie

Avatar utente
SWOT
Fedelissimo
Fedelissimo
Messaggi: 229
Iscritto il: 22 aprile 2009, 0:00
Località: Viterbo
Contatta:

Re: perizia suppletiva lavori in economia

Messaggioda SWOT » 20 ottobre 2016, 8:32

Se è manutenzione di edifici costruiti puoi utilizzare le clausole dell'ex art. 132 c. 3 (cd varianti - non varianti) senza però alterare l'opera fino ad un massimo del 10% con approvazione da parte del RUP.
Tra il 10% ed il 20% c'è bisogno di una vera e propria variante che deve essere approvata in giunta.

Giovannino60
Nuovo arrivo
Nuovo arrivo
Messaggi: 3
Iscritto il: 12 dicembre 2015, 15:55

Re: perizia suppletiva lavori in economia

Messaggioda Giovannino60 » 20 ottobre 2016, 16:11

Invece ora con il nuovo d.lgs 50.2016?

Avatar utente
SWOT
Fedelissimo
Fedelissimo
Messaggi: 229
Iscritto il: 22 aprile 2009, 0:00
Località: Viterbo
Contatta:

Re: perizia suppletiva lavori in economia

Messaggioda SWOT » 21 ottobre 2016, 10:19

Purtroppo in questa fase del tutto transitoria le norme si accavallano.
Le varianti vengono gestite di fatto dall'art. 106 del D. Lgs 50/2016 e siamo in attesa dell'approvazione delle Linee guida del MIT (art. 111 c. D. Lgs. 50/2016). Possiamo tuttavia utilizzare le vecchie norme come indicato dall'art. 216 c. 17
Fino alla data entrata in vigore del decreto di cui all’articolo 111, comma 1, continuano ad applicarsi le disposizioni di cui alla Parte II, Titolo IX, Capi I e II (articoli da 178 a 210: scopo e forma della contabilità), nonché gli allegati o le parti di allegati ivi richiamate, del decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207
.
L'articolo 106 è di fatto quasi ingestibile.
Siccome dipende molto dall'entità e dal tipo di lavoro indicare come gestire queste evenienze richiede che Lei riporti maggiori informazioni.
Ad esempio si tratta di modifiche previste nel contratto iniziale? Sono lavori che potevano essere previsti in fase progettuale? Sono lavori generati per effetti non prevedibili? Il contratto iniziale quanto viene modificato? Si cambiano anche i prezzi o solo le quantità? Si introducono nuovi prezzi? I cambiamenti sono stati necessari per carenze progettuali? La modifica può alterare la graduatoria della gara?


Torna a “Opere pubbliche e Appalti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite