Rifiuti da sgrigliatori

Forum di discussione giuridica dedicato alla materia dei rifiuti in generale
Avatar utente
joghurt
Newbie
Newbie
Messaggi: 17
Iscritto il: 25 novembre 2006, 0:00

Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda joghurt » 14 ottobre 2014, 10:34

Buongiorno, vorrei sottoporvi un quesito in merito allo smaltimento dei rifiuti raccolti dgli sgrigliatori posti a protezione del canale di alimentazione di una centrale elettrica.
Secondo voi è corretto assimilare gli stessi ai rifiuti urbani (CER 20 03 01 - Rifiuti urbani non differenziati), o piuttosto è più adeguato identificare l'impianto di produzione energia elettrica come un "uso industriale" della risorsa idrica e quindi attribuire il codice CER 19 09 01 - Rifiuti solidi prodotti dai processi di filtrazione e vaglio primari?
Io propenderei più per la prima ipotesi, valutando comunque la possibilità di separare "manualmente" le frazioni recuperabili (ad es. legno, ramaglie, metallo, plastica).
Ringrazio anticipatamente per i preziosi contributi.
Buona giornata

Avatar utente
joghurt
Newbie
Newbie
Messaggi: 17
Iscritto il: 25 novembre 2006, 0:00

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda joghurt » 17 novembre 2014, 15:44

UP!!
Nessuno si è mai posto il problema? : Blink :

Avatar utente
Kaste
Insostituibile
Insostituibile
Messaggi: 584
Iscritto il: 12 febbraio 2010, 0:00
Località: Bergamo

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda Kaste » 17 novembre 2014, 16:04

Ciao,
io voto la seconda ! 19 .....
:mrgreen:

Avatar utente
cumba07
Guru
Guru
Messaggi: 1845
Iscritto il: 30 maggio 2008, 0:00
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda cumba07 » 17 novembre 2014, 18:25

Nella descrizione dei capitoli dell'elenco, l'allegato D, alla voce 19, indica "Rifiuti prodotti da impianti di trattamento dei rifiut, impianti di trattamento delle acque reflue fuori sito, nonchè della potabilizzazione dell'acqua e dalla sua preparazione per uso industriale"

Anche io sono per la seconda, la famiglia dei 19xxxx mi sembra la più appropriata proprio per l'ultimo inciso della definizione del capitolo in relazione al tipo di attività svolta dall'impianto.

Andrebbe poi valutata la possibile assimilazione di questi rifiuti anche se penso che l'area di produzione non sia assogettata. :roll:

Avatar utente
Cesare
ILLUMINATO
ILLUMINATO
Messaggi: 2115
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 0:00
Località: Potenza (PZ)
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda Cesare » 23 novembre 2014, 17:48

I rifiuti raccolti dagli sgrigliatori posti a protezione del canale di alimentazione di una centrale elettrica (ad es. legno, ramaglie, metallo, plastica, ... carcasse di ratti, ecc.) non rientrano nel ciclo di lavorazione della attività, non ne potranno uscire né come sottoprodotto né come rifiuto di quella attività.

Andranno considerati RIFIUTI URBANI (il corso d’acqua é pubblico) l’attività di centrale idroelettrica sarà considerata DETENTRICE degli stessi, ma non produttrice. Di conseguenza il CER.

Cesare.

Avatar utente
cumba07
Guru
Guru
Messaggi: 1845
Iscritto il: 30 maggio 2008, 0:00
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda cumba07 » 24 novembre 2014, 8:45

Cesare ha scritto:I rifiuti raccolti dagli sgrigliatori posti a protezione del canale di alimentazione di una centrale elettrica...
ma chi ha posizionato questi sgrigliatori?

Cesare ha scritto:(il corso d’acqua é pubblico)
questo rafforza il fatto che qualcuno deve aver chiesto un'autorizzazione per l'utilizzo dell'acque e quindi per il posizionamento delle griglie.

Se le griglie fossero interne all'impianto ci sarebbero ancora dubbi?

La centrale elettrica ha bisogno dell'acqua, ma non solo, ha bisogno di acqua che non contenga rifiuti e quindi la prepara, ponendo le griglie, per uso industriale.

Mi chiedo, qualora le griglie non fossero state posizionate, quei rifiuti si sarebbero comunque prodotti? Magari finendo a mare nessuno li avrebbe presi in carico, se non il soggetto a cui compete la gestione del corso d'acqua.

Avatar utente
Cesare
ILLUMINATO
ILLUMINATO
Messaggi: 2115
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 0:00
Località: Potenza (PZ)
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda Cesare » 27 novembre 2014, 20:41

@Cumba,

Nessun dubbio, sono rifiuti urbani anche se raccolti all'interno dell'impianto idroelettrico.

L'energia elettrica prodotta da un impianto idroelettrico si chiama "ENERGIA PULITA" proprio perché non produce "sottoprodotti" né tanto meno "rifiuti".

La classificazione dei rifiuti -se: urbani o industriali- la trovi qui:

http://www.minambiente.it/pagina/la-cla ... ei-rifiuti

Un saluto, Cesare.

Avatar utente
cumba07
Guru
Guru
Messaggi: 1845
Iscritto il: 30 maggio 2008, 0:00
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda cumba07 » 2 dicembre 2014, 15:02

Cesare perdonami ma trovo ancora dubbi ed i tuoi riferimenti non mi chiariscono le idee. :roll:

Partirei dalla norma. Art. 184 del D.L.vo 152/2006:
"1. Ai fini dell'attuazione della parte quarta del presente decreto i rifiuti sono classificati, secondo l'origine, in rifiuti urbani e rifiuti speciali e, secondo le caratteristiche di pericolosita', in rifiuti pericolosi e rifiuti non pericolosi.
2. Sono rifiuti urbani:
...
b) i rifiuti non pericolosi provenienti da locali e luoghi adibiti ad usi diversi da quelli di cui alla lettera a), assimilati ai rifiuti urbani per qualita' e quantita', ai sensi dell'articolo 198, comma 2, lettera g);
...
d) i rifiuti di qualunque natura o provenienza, giacenti sulle strade ed aree pubbliche o sulle strade ed aree private comunque soggette ad uso pubblico o sulle spiagge marittime e lacuali e sulle rive dei corsi d'acqua;
...
"

Ora, direi che il rifiuto in questione è presente sulla griglia posta nel canale di alimentazione della centrale perchè ha galleggiato fin li. Non giace sulla sponda del corso d'acqua. Non è urbano quindi ai sensi del comma d).

Potrebbe essere un rifiuto assimilato, quelli della lettera b), SE e solo SE, il Comune territorialmente competente lo ha assimilato. L'assimilazione è collegata al presupposto imposito che l'area dove avviene la produzione di questo rifiuto SPECIALE sia soggetta a tassazione, altrimenti non avrebbe senso l'assimilazione stessa.

Ritengo poi che il processo di produzione dell'energia elettrica sia un processo industriale e quindi riconducibile al comma 3 dell'art. 184 lettera c).

Sono un pò combattuto sul produttore iniziale invece, l'ho risolta in questo modo, magari non ortodosso...
:roll: Se dovessi far bollire la stessa acqua del canale della centrale, il residuo della bollitura posso ancora dire che non sia stato generato dal mio processo, dal mio intervento?
La bollitura, ha evidenziato, portato alla luce, il materiale che era trasportato dall'acqua ma indubbiamente, senza il mio intervento quel materiale non si sarebbe manifestato.

Avatar utente
Cesare
ILLUMINATO
ILLUMINATO
Messaggi: 2115
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 0:00
Località: Potenza (PZ)
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda Cesare » 4 gennaio 2015, 17:48

Caro Cumba, tu dici:

" ... Se dovessi far bollire la stessa acqua del canale della centrale, il residuo della bollitura posso ancora dire che non sia stato generato dal mio processo, dal mio intervento?"

Cesare chiede:

E se tu avessi fatto bollire la stessa acqua di tutto il Mar Mediterraneo? ovvero quella di tutto l'Oceano Atlantico? ovvero di tutto il globo terrestre? potresti mai chiamarti esente dal Tuo (con la maiuscola) processo o intervento?

Come dire ... Dio col Diluvio Universale ha creato tutti i rifiuti dell'Umanità! Se vuoi ... c'é un fondo di vero!

Un saluto, complimenti per la tua nuova paternità, buon 2015.

Cesare.

P.s. se fai bollire l'acqua il primo sottoprodotto sarà l'emissione di CO2 in atmosfera, il secondo sarà l'incrostazione di calcare nel pentolone, ma non certo i rami di alberi o le bottiglie di plastica o le carcasse di animali esausti o quant'altro già presente (queste le mie conoscenze).

Avatar utente
ilgliz70
Nuovo arrivo
Nuovo arrivo
Messaggi: 1
Iscritto il: 27 novembre 2009, 0:00

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda ilgliz70 » 15 dicembre 2015, 13:10

Riporto quanto scritto da un produttore di energia idroelettrica:" Nel corso del 2010 si è deciso di individuare in modo preciso il codice CER che caratterizza il materiale sgrigliato per tanto a partire dal 11/02/2010 il materiale è stato classificato con il codice CER 190901 (rifiuti solidi prodotti dai processi di filtrazione e vaglio primari). "

Fonte: http://www.edipower.it/files/documents/ ... 155647.pdf

Avatar utente
cumba07
Guru
Guru
Messaggi: 1845
Iscritto il: 30 maggio 2008, 0:00
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda cumba07 » 15 dicembre 2015, 13:19

Grazie per l'aggiornamento.

marcogio85
Inseparabile
Inseparabile
Messaggi: 283
Iscritto il: 11 luglio 2011, 10:05

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda marcogio85 » 11 luglio 2016, 22:32

Scusate se a volte torno su vecchi post ma era interessante la discussione...

Siamo d'accordo che l'impianto industriale sia detentore del rifiuto... Senò in tal senso su di esso incomberebbero anche gli obbligo connessi al registro di carico e scarico....

A mio avviso è DETENTORE...

Avatar utente
Cesare
ILLUMINATO
ILLUMINATO
Messaggi: 2115
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 0:00
Località: Potenza (PZ)
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda Cesare » 18 luglio 2016, 18:37

@MarcoGio,
ma il detentore DEVE avere i registri di C/S altrimenti non potrà mai disfarsi di quel materiale RECUPERATO -diciamo così?- attraverso la sua griglia.

E' del tutto chiaro che, se non prende in carico (su un registro vidimato) quello sgrigliato non potrà mai scaricarlo per disfarsene, e dovrà tenerselo per sempre, con tutte le ovvie conseguenze.

Il codice CER da dare a quel materiale, questo é il problema. E non potrà mai essere un codice 19 poiché non é di origine industriale.

Un saluto, Cesare.

marcogio85
Inseparabile
Inseparabile
Messaggi: 283
Iscritto il: 11 luglio 2011, 10:05

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda marcogio85 » 18 luglio 2016, 22:34

Scusa Cesare ma il detentore dei rifiuti non ha obblighi di registro c/s perchè l'art 190 indica solo il produttore (più altri soggetti che non elenco)...

La centrale non produce con la sua attività detti rifiuti negli sgrigliatori...ma semplicemente se li ritrova...

È un po' come se un Comune si "ritrova" dei rifiuti abbandonati e per il corretto trasporto e smaltimento individua una ditta... non sarà mica obbligato al registro perche' diviene detentore e non produttore... la ditta che effettua il trasporto a titolo professionale invece è detentore ma individuata ex art 190 per la tenuta del registro... chiramante il comune deterrà copia dei fir a dimostrazione del corretto conferimento...

marcogio85
Inseparabile
Inseparabile
Messaggi: 283
Iscritto il: 11 luglio 2011, 10:05

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda marcogio85 » 18 luglio 2016, 22:36

Se invece individui i rifuti negli sgrigliatori come "prodotti" dalla centrale allora serve il registro

marcogio85
Inseparabile
Inseparabile
Messaggi: 283
Iscritto il: 11 luglio 2011, 10:05

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda marcogio85 » 18 luglio 2016, 23:04

Anche se forse sia io che tu abbiamo sbagliato sin dal principio a non cosiderare il soggetto come produttore

https://www.eon-italia.com › downloads (vedi pagina 31)

marcogio85
Inseparabile
Inseparabile
Messaggi: 283
Iscritto il: 11 luglio 2011, 10:05

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda marcogio85 » 18 luglio 2016, 23:06

Infatti sono rifiuti cat 19 per la preparazione dell'acqua...

Avatar utente
Cesare
ILLUMINATO
ILLUMINATO
Messaggi: 2115
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 0:00
Località: Potenza (PZ)
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda Cesare » 19 luglio 2016, 11:03

Ed infatti quell'acqua non subisce nessuna preparazione, non é un'acqua di "processo" da dover condizionare per l'utilizzo.

Di quell'acqua verrà utilizzata solo la sua energia potenziale che verrà trasformata in energia elettrica.

L'acqua che verrà restituita a valle della centrale non sarà mai un'acqua di "scarico" a valle di un processo industriale, di conseguenza l'acqua prelevata a monte non potrà mai essere definita "acqua di processo" per un uso industriale.

Quel materiale grigliato a monte potrà essere lecitamente recuperato da Ditta analoga a quella che svolge la raccolta RSU per conto dei Comuni con il codice 20 ... degli indifferenziati urbani o a questi equiparati.

Un saluto, Cesare.

Avatar utente
cumba07
Guru
Guru
Messaggi: 1845
Iscritto il: 30 maggio 2008, 0:00
Contatta:

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda cumba07 » 19 luglio 2016, 15:22

é passato molto tempo dall'ultimo mio post.... e quindi molta acqua è passata negli sgrigliatori.

Rileggendo la discussione devo dire che non mi sposto dalle considerazioni fatte allora.
Rifiuti di cui al codice 19xxxx, prodotti (e non detenuti) dal soggetto che ha chiesto la possibilità di utilizzo delle acque.

L'acqua è necessaria per il processo produttivo che però non ne richiede la trasformazione, sempre acqua resta in uscita, una volta fatte andare le turbine ma certamente non la puoi immettere con le bottiglie di plastica.

Non capisco perchè detentore?
Poniamo il caso che la tua attività è quella di estrarre oro, ti portano grosso pietre dove all'interno c'è oro. Sarei detentore della roccia di scarto?

Un saluto a tutti!

marcogio85
Inseparabile
Inseparabile
Messaggi: 283
Iscritto il: 11 luglio 2011, 10:05

Re: Rifiuti da sgrigliatori

Messaggioda marcogio85 » 19 luglio 2016, 16:39

Io devo ammettere, anche dopo consultazione di documentazione reperita su Internet di valutazioni ambientali di grossi concessionari di energia idroelettrica, che la tesi di Cumba è la più corretta... Anche il cer 19.09.01 è indicato per questi rifiuti... Anche se non sussiste l'obbligo del registro di carico e scarico perché non trattasi di "trattamento" acque ma di semplice vaglio...
Potrei anche sbagliarmi su questo aspetto però... :D


Torna a “Questioni generali (rifiuti)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti